Italian - Italy
Storia della Cereria Triboldi

La Cereria “Pietro Triboldi spa” nasce nel 1865 a Crema. Pietro Triboldi (avo di Pietro II, fondatore della SIMP e di tutte le altre Società del Gruppo) andava personalmente di chiesa in chiesa a raccogliere le varie richieste dei parroci e produceva le candele sulla base degli ordini ricevuti. Le faceva con cera d’api, sego e impasti vari, preoccupandosi di acquistare la materia prima presso i migliori apicoltori di allora. Il lavoro era essenzialmente manuale e le candele venivano prodotte a “colaggio”, ovvero versando la cera fusa negli stampi.

 

foto cereria triboldi

 

Nel 1880 la Cereria trasferisce la sua attività a Soresina, passando dal piano artigianale a quello industriale vero e proprio. In quello stesso anno la Cereria consegue a Tripoli un premio industriale e artistico, una medaglia di bronzo, assegnata alle industrie di maggior spicco.

 

Diminuiti gli apicoltori, la produzione di cera diventò insufficiente in Italia; si poteva trovare d’importazione ma il prezzo di acquisto era troppo alto. Venne allora gradualmente sostituita dalla paraffina che avendo un costo più basso rispetto a quello della cera d’api, permetteva di ottenere un prodotto che poteva essere commercializzato a prezzi più accessibili.

 

Anche il sistema produttivo seguì uno sviluppo e quindi al “colaggio” manuale si aggiunse inizialmente il tiraggio fino ad arrivare ai più moderni sistemi di “colaggio” automatico.

 

foto cereria triboldi

 

Nel 1997 l’attività viene spostata nella sede di via Arderico (sempre a Soresina), uno stabilimento completamente nuovo e conforme alle moderne necessità produttive.
Oggi l’Azienda, acquisita e diretta dalla quarta generazione della famiglia, occupa un buon numero di lavoratori e vanta una produzione di 18000 candele /ora. Mantiene intatti la tradizione e la cura nella lavorazione delle candele, nonché l’intrinseco spirito del suo fondatore, che oltre ad offrire alla clientela servizi rapidi sapeva valorizzare il contatto umano.